Cosa è uno Shared Services Center?

Molte multinazionali decidono di centralizzare alcune funzioni in una unica sede, appunto uno Shared Services Center (SSC), o Centro Servizi in italiano.
Le funzioni in questione sono solitamente Finance e, in base all’organizzazione aziendale, Management, Risorse Umane, Procurement, e meno frequentemente Marketing o Internal Sales.

Quali sono i vantaggi di uno un SSC?

Tradizionalmente le aziende multinazionali hanno uffici in paesi differenti, nei quali le stesse funzioni sono replicate.  Per esempio una immaginaria “Azienda X” avrebbe un team di Contabilità Generale in Germania, uno in Italia, uno in Spagna, e così via.

Centralizzare una funzione significa spostare tutte le posizioni relative a quella stessa funzione nello stesso centro, appunto l’SSC. I vantaggi della centralizzazione in un Centro Servizi sono vari e includono:

1. Standardizzazione delle procedure: le differenti entità dell’azienda (ovvero nel nostro esempio “Azienda X Germania”, “Azienda X Italia”, “Azienda X Spagna”) seguiranno gli stessi processi per quanto riguarda ogni attività centralizzata.

La procedura aziendale scelta è normalmente la più efficiente tra quelle usate dalle diversità aziende del gruppo, o una nuova procedura aziendale creata da esperti del settore.

2. Economie di scala: dopo che l’azienda avrà intrapreso quanto appena descritto, sarà possibile trarre vantaggio dalle nuove procedure aziendali e dalle nuove tecnologie offerte dal Centro Servizi (per esempio automatizzazione di alcuni processi) e creare economie di scala.

Ciò significa che mentre in passato erano necessarie molte ore lavorative per portare a compimento un certo obiettivo, ora vengono impiegate meno ore, generando quindi un risparmio a livello di costo del personale.

3. Utilizzare il cosiddetto talent pool della località in cui si è stabiliti: gli SSC sono solitamente ubicati in località caratterizzate dalla presenza di professionisti con esperienza (spesso provenienti da altri Centri Servizi) o di neolaureati senza esperienza lavorativa ma con conoscenze linguistiche.

Di quali competenze e di che tipo di esperienza ho bisogno per lavorare in un SSC?

La risposta a questa domanda varia in base all’azienda. Generalmente gli SSC in Europa Centro-Orientale (Polonia, Rep. Ceca, Ungheria, etc) sono più propensi ad offrire posizioni a neolaureati rispetto agli SSC ubicati in Europa Occidentale.

Per alcune posizioni una laurea conseguita presso una facoltà di Economia può risultare vantaggiosa, mentre per altri ruolo una qualsiasi laurea, abbinata alla conoscenza dell’inglese e di una seconda lingua (come l’italiano) è abbastanza per assicurarsi l’assunzione.

Nel Regno Unito ed in Irlanda la qualifica ACCA è quasi sempre richiesta per alcune posizioni (Controller, Contabilità Generale, ecc).

Che tipo di cultura aziendale si trova nei Centri Servizi?

Anche in questo caso, dipende dall’azienda. In generale gli SSC in Europa Centro-Orientale sono caratterizzata da un’età media bassa tra i propri dipendenti, in molti caso sotto i 30 anni. Il clima è perlopiù informale, il cosidetto “dress code” non è limitativo e gli orari di lavoro sono solitamente flessibili.

Sviluppo professionale

Dopo aver lavorato in un SSC che tipo di sviluppo posso attendermi a livello di carriera?

Dipende da te. Alcune persone sviluppano la loro intera carriera all’interno dei Centri Servizi mentre altri professionisti decidono di svilupparsi in altri settori. 

Lavorare all’estero in un SSC è sicuramente una buona opportunità per iniziare la propria carriera dopo la laurea ed iniziare a costruire la propria esperienza lavorativa.

Dopo 1 o 2 anni vi è sempre la possibilità di tornare in Italia con un carico di esperienza che accrescerà le vostre possibilità di trovare un buon lavoro.

Avete mai lavorato in un Centro Servizi all’estero? Condividi la tua esperienza nei commenti!

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

qualifica ACCA